Al via a Reggio Emilia “ABC EXPORT”: un progetto di PCTO realizzato in collaborazione con l'istituto “SCARUFFI-LEVI-TRICOLORE”

È iniziato questo lunedì, a Reggio Emilia, un progetto che apre nuove strade per gli studenti di tutta Italia. Si tratta del progetto pilota “ABC Export”, che causa pandemia sarà svolto in smart training.

Alcuni studenti delle classi quinte  dell’Istituto Tecnico “Scaruffi-Levi-Tricolore” di Reggio Emilia, - indirizzo Relazioni internazionali per il marketing - sono impegnati nell’elaborazione di un piano a sostegno delle aziende che voglio fare export.

 “Volevamo far avere ai ragazzi un contatto con la realtà in questo momento così particolare. Far capire loro che il futuro, anche se complicato, li attende: c’è davvero bisogno di loro.” spiega la Professoressa Claudia Fontanili, funzione strumentale per l’orientamento in uscita e gli stage aziendali, che assieme alla dott.ssa Maria Birsan, consulente esperta di internazionalizzazione, sono le responsabili del progetto.

L’idea nasce anche a seguito della difficile situazione epidemiologica che ostacola la possibilità di effettuare massivi  tirocini in presenza.   Perché rinunciare a  dare agli studenti la possibilità di fare una significativa esperienza,  che pur coinvolgendoli da remoto,  sia utile sia per la loro formazione, che per le aziende interessate?

È stato così ideato un percorso di formazione tecnico-pratica che gli  studenti porteranno a termine in smart training individualmente, pur prevedendo l’interazione con il gruppo di lavoro in cui ognuno è inserito.

Come si articola? Durante l’anno gli studenti hanno partecipato, nell’ambito del PCTO, ad un laboratorio d’intrapresa dal titolo: “L’ internazionalizzazione delle imprese del nostro territorio” in cui hanno simulato di allargare  il mercato di un’impresa che opera a livello locale, al di fuori dei confini nazionali facendone poi vedere le ricadute economiche e finanziarie sul business plan.  Il progetto che li coinvolge ora, darà loro la possibilità di mettere in pratica, grazie ai contatti con le aziende dello studio BM Digital Export di Birsan Maria e dei suoi collaboratori, ciò che hanno appreso durante la simulazione.

Gli studenti partecipanti si  confronteranno con casi reali di aziende che vogliono internazionalizzare il loro business. I ragazzi lavoreranno quindi al fianco di un team di  professionisti di marketing che li guideranno in una vera e propria esperienza lavorativa.

In tempo di pandemia, le modalità con cui si attua il progetto, sono state organizzate per garantire la massima sicurezza. Le attività si svolgeranno in smart training con percorsi di formazione individuali e con il coinvolgimento diretto di esperti che seguiranno i singoli studenti nello svolgimento delle specifiche mansioni tramite tutoraggio ed assistenza remota.

Alla fine del percorso, ogni studente, che dimostrerà di aver raggiunto gli obiettivi, riceverà un certificato delle competenze acquisite ed una lettera di referenze. “Un prezioso contributo al bagaglio di competenze trasversali e professionali  che gli studenti potranno utilizzare nella loro futura vita lavorativa” afferma la prof.ssa Domenica Tassoni dirigente dell’Istituto Tecnico “Scaruffi-Levi-Tricolore”.